TERAPIA INDIVIDUALIZZATA PER LA MENOPAUSA

Quali sono le esigenze della donna in Menopausa che perde la protezione estrogenica?

Questo è il tempo nella vita di una donna in cui, a seguito di variazioni ormonali che avvengono nel corpo, aumenta notevolmente il rischio di sovrappeso e obesità e di conseguenza anche il rischio di malattie metaboliche e cardiovascolari, cerebro-vascolari, renali, diabete, e di patologie oncologiche.

Rischio Osteoporosi in menopausa

La menopausa è il maggiore fattore di rischio per l’osteoporosi nelle donne sopra i 50 anni; infatti la rapida diminuzione della produzione di estrogeni porta ad un aumento del turnover osseo e ad una accelerata perdita ossea, accompagnata da alterazioni microstrutturali: l’effetto complessivo è una perdita ossea media annuale del 2-3% durante i primi anni della menopausa e dello 0,5-1% successivamente.

Osteoporosi in Menopausa

Sintomi a breve termine della menopausa

Le donne in menopausa soffrono di una varietà di sintomi a breve termine, sbalzi d’umore, insonnia e secchezza vaginale (primo sintomo della sindrome genito-urinaria). Inoltre la caduta dei livelli di estrogeni durante la menopausa, provoca la diminuzione del rilascio di neurotrasmettitori, soprattutto noradrenalina e serotonina, che porterà a un cambiamento della termoregolazione nell’’ipotalamo e di conseguenza contribuisce alla comparsa di vampate di calore e sudorazione notturna.

Il nostro protocollo terapeutico

Attenuazione dei sintomi della Menopausa e prevenzione delle patologie strettamente legate ad essa.

E’ importante sottolineare che in primis sarà necessario modulare l’apporto calorico globale al reale consumo energetico medio giornaliero e assumere una dieta varia, basata prevalentemente su carboidrati a basso indice glicemico, ricca in vegetali, e priva di acidi grassi trans-esterificati. Si dovrà adottare uno stile di vita sano che includa nella dieta adeguati livelli di calcio, vitamina D e proteine, regolare esercizio fisico sotto carico, cessazione del fumo e limitata assunzione di alcol.

Protocollo Terapeutico nutraceutico individualizzato

terapia nutraceutica in menopausa

La Nutraceutica Ginecologica, può da un lato compensare deficit nutrizionali specifici (calcio, vitamina D, aminoacidi essenziali) dall’altro può intervenire specificamente su segni e sintomi legati alla sindrome menopausale: infatti può agire direttamente tamponando il deficit estrogenico (con estratti ricchi in fitoestrogeni) o le condizioni correlate (ipercolesterolemia, ansia/insonnia, extrasistoli etc.).

Il riso rosso fermentato contiene una molecola (la monacolina k) che inibisce la sintesi del colesterolo con un meccanismo d’azione simile alla statina e la proprietà ipolipidemizzante di questo riso è stata ben documentata da molti studi randomizzati; i componenti della Magnolia potrebbero, secondo alcuni studi, avere un effetto correlato con il recettore del GABA e con l’attivazione del canale del Cl- e potrebbero quindi essere utilizzati nella riduzione dell’ansia.

infine l’estratto di biancospino ha una vasta gamma di proprietà farmacologiche cardiovascolari tra cui l’attività antiossidante, l’effetto antiaritmico e quello ipolipemizzante e grazie alla capacità di ridurre il numero totale di battiti ectopici ventricolari (attraverso la diminuzione delle singole extrasistoli) può essere un utile supporto per le donne in menopausa (che spesso soffrono di cardiopalmo).

Verranno realizzati prodotti specifici in collaborazione con aziende nutraceutiche. Le terapie personalizzate saranno in continuo divenire per poter supportare le diverse fasi della menopausa e per poter sfruttare al meglio ciò che la tecnologia nutraceutica offre.

La Nutraceutica può fornire un valido supporto in grado di migliorare sensibilmente la qualità di vita delle donne che affrontano questo periodo di transizione intervenendo in tutti gli ambiti:

Estratto purificato di polline, lepidium meienii, pfaffia paniculata, adenosilmetionina tirosina triptofano, Griffonia inositolo, alfa-lattalbumina, melatonina tribulus terrestris e dioscorea villosa , miura puama

Banaba Cinnamomum in acido corosolico e etilidrossicalcone, Moringa selenio e piperina, colina vit E vit C; Tarassaco Fumaria Rosmarinus off, Lagerstroemia speciosa Curcuma longa acido folico e acido alfa-lipoico, vit D, biancospino, vitis vinifera; echinacea cardo mariano, agnocasto.

Protocollo RiGenera fenner; colostro; ospemifene; acido ialuronico, trifoglio rosso, epuolo.

Terapia con Ormoni Bioidentici Naturali

Gli Ormoni Bioidentici sono conosciuti e vengono utilizzati in tutto il mondo con successo e senza problemi da moltissimi anni.

Vengono chiamati anche ormoni naturali, bio-equivalenti o umano equivalenti. Gli ormoni bioidentici sono, chimicamente “identici” agli ormoni presenti nel corpo umano. Imitano le azioni della natura usando sostanze di origine naturale in dosi fisiologiche.

estrogeni - ormoni bioidentici

L’obiettivo della terapia sostitutiva con ormoni bioidentici o BHRT  è quello di alleviare i sintomi causati dalla diminuzione nella produzione di ormoni da parte del corpo e ridurre l’incidenza della malattie legate agli squilibri ormonali, favorendo l’equilibrio e imitando, per quanto possibile, i processi naturali del corpo.

Gli ormoni bioidentici hanno una struttura chimica familiare all’organismo che, una volta che reintrodotti correttamente, permette all’organismo stesso di continuare la funzione come se la carenza ormonale non fosse stata presente. Gli Ormoni Bioidentici sono come dei “ricambi” perfetti ed originali dei nostri ormoni.

Gli Ormoni Bioidentici sono estratti da piante (come la Dioscorea Villosa, la soia, etc.) che naturalmente hanno una struttura chimica simile a quella dei nostri ormoni, e vengono trasformati nel laboratorio della farmacia in ormoni in tutto e per tutto simili ai nostri. A buon titolo possono essere definiti naturali non solo perché derivano dalla natura e non sono sintetizzati dall’uomo, ma anche perché vengono riconosciuti come tali dal nostro organismo. Per questo motivo sono estremamente efficaci e sicuri.

Ma la sicurezza e l’efficacia della terapia sono dovuti ad una combinazione di fattori:

  1. Il dosaggio
  2. la via di somministrazione
  3. quando si assume
  4. come viene associato agli altri ormoni
  5. come viene integrato con vitamine e micronutrienti

Il Medico Specialista in questo tipo di terapia individua “la formula” degli ormoni bioidentici necessari, il loro dosaggio e la via somministrazione, in modo estremamente personalizzato per ciascun individuo.

Radiofrequenza in Ginecologia e Salute Pelvica

Quasi il 25% della popolazione femminile soffre di disturbi del pavimento pelvico, con significative ripercussioni sul benessere fisico e psichico della persona. Questi disturbi possono presentarsi più facilmente in Menopausa, è importante dunque prevenirli e riconoscerli quando si presentano.

Presso il Centro Italiano Menopausa siamo in grado di applicare le ultime conoscenze, dall’uso della terapia medica e biostimolante più avanzata, fino all’utilizzazione della tecnologia a radiofrequenza per prenderci cura delle donne, nelle varie fasi della vita.

Quali disturbi possono essere trattati?

CONSULENZA ONLINE

Raccontaci la tua esperienza, la soluzione è la nuova terapia individualizzata.